CCIR

I TWEET

#IMF COUNTRY FOCUS - Europe's Economic Outlook in Six Charts https://t.co/GvQFso88St
#Toscana, nella prima parte dell'anno è proseguita la moderata espansione dell'attività economica, https://t.co/YAAhcuyv4S
#MacchineUtensili: nel terzo trimestre 2018 arretra il mercato interno (-15,3%); bene l’estero (+6,8%)… https://t.co/bKv4VaCB94

La recente visita a L’Avana di Igor Sechin, amministratore delegato del gigante energetico russo Rosneft, che ha anche incontrato il Presidente Raul Castro ed ha annunciato un accordo che prevede l’invio a Cuba di sempre maggiori quantità di greggio, in parte sopperendo alle conseguenze della crisi venezuelana,

è l’ennesimo segnale del perdurante riavvicinamento economico tra Cuba e Russia.  Fonti terze indicano l’ammontare delle forniture russe per il 2017, in virtù dell’attuale accordo, in 1.865.000 barili per un valore di circa USD 105 milioni, quantità quindi limitate rispetto alle attuali necessità dell’isola stimate in 144.000 barili giornalieri. Questi legami energetici si vanno a sommare ad altri accordi russo-cubani tra cui: la partnership da ca. 1 mld € per la modernizzazione delle ferrovie cubane (compresa la linea L’Avana-Santiago de Cuba) firmata dalla Transmashholding (di cui la francese Alstom controlla il 33%); l’annuncio della firma di un contratto per l’assemblaggio nell’Isola di piccoli aeromobili Antonov 2 ed il recente annuncio della prossima installazione nell’isola di due stazioni di osservazioni astronomica. (ICE L'AVANA)

EN IT